Trattamenti galvanici su acciaio inox

Trattamenti galvanici su acciaio inox  

Trattamenti galvanici su tutti i metalli

Trattamenti galvanici su tutti i metalli  

cromatura, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama

Trattamenti galvanici - cromatura su alluminio  

Trattamenti galvanici - doratura su metalli

Trattamenti galvanici - doratura su metalli  

cromatura, cromatura anticorrosione, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama Cromatura per esterni ad alta resistenza alla corrosione  
Trattamenti galvanici su acciaio inox Trattamenti galvanici su tutti i metalli cromatura, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama Trattamenti galvanici - doratura su metalli cromatura, cromatura anticorrosione, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama

Passivazione Esente Cromo Esavalente

Alodine Esente Cromo
Conversione chimica dell’alluminio

Sotto questa voce riuniamo la cromatazione dell’alluminio a mezzo di soluzioni cromiche e l’ossidazione chimica dell’alluminio con soluzioni non cromiche.

Gli strati di conversione assumono tinta variabile a seconda delle condizioni d’esercizio.
La resistenza alla corrosione è funzione inversa del contenuto di ferro e rame.
La resistività elettrica media di un film di tipo giallo è sufficientemente bassa per l’uso di collegamenti-terra in molte applicazioni.
La conduttività dei film per correnti a frequenza radio è abbastanza alta, permettendo l’uso per guide d’onda e simili.
Questa capacità dei film cromatati su alluminio di resistere bene alla corrosione senza perdere apprezzabilmente di conduttività ha aperto ad essi molte strade nel campo dell’elettronica. Riportando i dati principali sulla ossidazione chimica dell’alluminio pubblicata dall’I.S.M.L., ci riferiamo soprattutto al processo M.B.V, che può essere applicato su alluminio puro e su sue leghe non contenenti rame.
Con riferimento alla pratica italiana sono quindi particolarmente applicabili al processo M.B.V le leghe Aluman, Anticorodal, Peraluman e Silumin.

Un contenuto di magnesio nelle leghe superiori al 2% induce degli inconvenienti nell’applicazione pratica di questo processo, e delle irregolarità nelle caratteristiche degli strati di ossido ottenibili.
Per le leghe tipo Peraluman 35, Peraluman 50, ecc., nelle quali il tenore di magnesio è rispettivamente del 3.5%, 5%, ecc., si può comunque utilizzare un bagno M.B.V. di composizione leggermente diversa da quella normale, come verrà in appresso descritto.
Le leghe contenenti rame, come il Duralluminio, l’Ergal e la Duralite, trattate col processo M.B.V., forniscono uno strato di ossido eccessivamente tenero e poco coerente, che, per quanto suscettibile di un ulteriore trattamento di indurimento, non può offrire quelle caratteristiche di protezione che si ottengono invece sull’alluminio puro e sulle leghe di alluminio non contenenti rame, citate in precedenza.

Alcuni commerciali di prodotti utilizzati per la conversione e passivazione superificiale dell’alluminio sono SurtecAlodine ed Iridite .

Eseguiamo lavorazioni di conversione superficiale dell’alluminio e sue leghe secondo Direttiva 2002/95/CE (direttiva RoHS) che prevede l’esenzione del cromo come la Fluor zirconatura e la conversione a base di sali di titanio.