Trattamenti galvanici su acciaio inox

Trattamenti galvanici su acciaio inox  

Trattamenti galvanici su tutti i metalli

Trattamenti galvanici su tutti i metalli  

cromatura, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama

Trattamenti galvanici - cromatura su alluminio  

Trattamenti galvanici - doratura su metalli

Trattamenti galvanici - doratura su metalli  

cromatura, cromatura anticorrosione, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama Cromatura per esterni ad alta resistenza alla corrosione  
Trattamenti galvanici su acciaio inox Trattamenti galvanici su tutti i metalli cromatura, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama Trattamenti galvanici - doratura su metalli cromatura, cromatura anticorrosione, cromatura alluminio, cromatura Esterni, Cromatura Grandi dimensioni, cromatura inox, cromatura nera, cromatura rame, Cromatura zama

Nichelatura Nera

Nichelatura Nera (Canna di fucile)

Nichelatura nera , nichel, trattamenti galvanici ConsonniQuesto tipo di nichelatura ha carattere prevalentemente decorativo, non possedendo spiccate qualità protettive soprattutto a causa dei depositi sottili che con esso si realizzano e della loro natura. I depositi, infatti, non risultano di puro nichel, ma di un miscuglio di solfuro di nichel e altre sostanze fra cui zinco, solfocianuro, ecc. Di conseguenza l’aderenza risulta piuttosto scarsa.

I migliori risultati per l’aspetto lucido e per il colore si ottengono su cadmio e zinco; ma agli effetti della resistenza alla corrosione è meglio operare su di un elettrodeposito di nichel.
Gli oggetti nichelati neri vanno, alla fine, oliati o comunque verniciati con vernici trasparenti allo scopo di proteggere il deposito e di conferirgli un certo traslucido, salvo che la nichelatura neranon sia effettuata da bagni in lega Nichel- Stagno.
Esistono moltissimi bagni per nichelatura nera. La maggior parte sono a base di solfato di zinco (ZnSO) e di solfocianuro di sodio (NaCNS).
Lo zinco, è risaputo, già di per sé nei normali bagni di nichelatura, quando è contenuto come impurezza, provoca le ben note striature nere che si dipartono in senso verticale sugli oggetti.

Occorre una certa pratica per la condotta di tali bagni, specie per quanto riguarda la temperatura, il pH, il tempo di immersione, la disposizione degli oggetti e l’uso degli anodi. Questi possono essere di nichel, oppure insolubili (acciaio inossidabile, carbone ), oppure misti di nichel e insolubili.
Solitamente i bagni si impoveriscono più rapidamente in zinco e solfocianuro che in nichel. Di qui l’uso di anodi insolubili. Si opera in vasche rivestite di gomma o di vipla.